l'arte nella bandiera

Palio della Balestra – Gubbio 2012

“Dedico il Palio a Vittorio Baciotti, da lui ho imparato tutti i segreti della balestra”. È ancora emozionato il maestro d’arme emerito Giampiero Bicchielli vincitore domenica scorsa del Palio della Balestra nella secolare sfida con Sansepolcro. Dopo aver conquistato quattro volte il Palio, due a Gubbio e due a Sansepolcro Bicchielli è il balestriere in attività di Gubbio ad aver vinto più di tutti. “Mi sono emozionato forse più che nelle altre occasioni – racconta – probabilmente perché il Palio era dedicato alla memoria di un caro amico Eugenio Procacci. Poi in piazza c’era ad assistere Baciotti colui che mi ha insegnato tutto della balestra e prima della sfida sono andato a salutarlo, ha voluto vedere la mia freccia, cosa insolita. Mi ha portato fortuna”. Da poco più di un anno Bicchielli ha lasciato il posto di maestro d’arme a Rodolfo Radicchi, ma è comunque sempre presente “I più giovani mi chiedono consigli, di realizzare per loro le balestre e io non mi tiro indietro. Lo faccio con passione e lo faccio per Gubbio”. Nel suo personale palmares Bicchielli annovera anche due secondi posti e un terzo. Domenica scorsa è stata una grande festa per la Società dei Balestrieri di Gubbio, che ha conquistato anche il terzo posto con Stefano Casagrande, mentre al secondo si è piazzato il biturgense Luciano Giovannini.