l'arte nella bandiera

Sbandieratori di Gubbio

L’attuale Gruppo Sbandieratori si è costituito nel 1969 all’interno della Società Balestrieri, con l’intento di tramandare e rivitalizzare la secolare tradizione del Palio della Balestra, che si svolge a Gubbio l’ultima domenica di maggio e a Sansepolcro nel mese di settembre. Di comune accordo, nel corso del 1998, il Gruppo Sbandieratori della città di Gubbio si è separato dalla Società Balestrieri, pur rimanendo immutate le finalità originali.

In 40 anni di attività gli sbandieratori di Gubbio hanno eseguito circa 1400 manifestazioni visitando 38 nazioni valorizzando e promovendo le tradizioni italiane e umbre in particolare.
Gli Sbandieratori si sono rivelati un formidabile strumento di promozione turistica e di legame con le comunità italiane di emigrati, rinsaldando i vincoli con la terra d’origine e assicurando disponibilità e collaborazione alle iniziative delle loro associazioni.
Inoltre essi affidano ai venti che percorrono i cieli del mondo un messaggio di pace e di amicizia.

Le strategie del Gruppo mirano a perpetuare il secolare gioco della bandiera e il messaggio etico in essa contenuto, anche attraverso programmi di educazione dei giovani come corsi di introduzione, perfezionamento e formazione professionale su temi inerenti il folklore, l’arte, la storia, le tradizioni, l’attività sportiva.

I progetti futuri riguardano non solo il perfezionamento delle coreografie e dei costumi degli Sbandieratori ma l’approfondimento e lo studio degli aspetti culturali anche in collegamento ad altre discipline artistiche.